Il nostro statuto PDF Stampa E-mail
Indice
Il nostro statuto
Pagina 2
Pagina 3
Tutte le pagine


La Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese

Tenuto Conto

della necessità che le Federazioni Nazionali di categoria rappresentative degli interessi dei soggetti imprenditoriali e professionali che operano per la prestazione di servizi e la fornitura di beni inerenti la salute esprimano con pienezza una capacità di rappresentanza corrispondente al reale peso del settore nella vita del Paese;

dell’esigenza di connotare, anche ai vari livelli del sistema confederale, il settore della salute con una immagine unitaria e coordinata, immediatamente riconoscibile e suscettibile di rendersi veicolo di rappresentanza qualitativa delle varie componenti e delle esperienze organizzative che le rappresentano;

della volontà di realizzare, conseguentemente, un Organismo di rappresentanza unitaria dell’intera categoria, settore che risulti momento di sintesi delle specificità imprenditoriali riconducibili al settore della salute;
della volontà della Confederazione di supportare ad ogni livello le istanze, le iniziative e i programmi riconducibili al settore della salute;

PROMUOVE

La costituzione della FEDERAZIONE DEL SETTORE della SALUTE – FEDERSALUTE – il cui funzionamento è disciplinato dal presente Statuto

ARTICOLO 1

Denominazione e Ambiti di rappresentanza


La Federazione del Settore della Salute – FEDERSALUTE, di seguito denominata Federazione, è l’espressione unitaria dei soggetti imprenditoriali e professionali che operano per la prestazione di servizi e la fornitura di beni inerenti la salute. La Federazione è l’articolazione, in ambito territoriale, della Federazione del settore della salute “Federsalute”, operativa in ambito nazionale in senso alla Confederazione Generale Italiana del Commercio, del turismo , dei Servizi, delle professioni e della P.M.I.
La Federazione ha sede in Napoli ed opera presso la sede alla Piazza Carità n.
La Federazione ha durata illimitata.
L’’Assemblea Generale della Federazione può deliberarne  lo scioglimento.  

ARTICOLO 2


Finalità

La Federazione, nell’interesse generale dei soggetti che la compongono:


a)  promuove e tutela gli interessi morali, sociali ed economici dei soggetti imprenditoriali e professionali che operano nell’ambito del settore, nei confronti di qualsiasi organismo, pubblico o privato, nazionale o internazionale, in armonia con gli indirizzi della Confcommercio;

b)  favorisce le relazioni tra i Soci per lo studio e la risoluzione dei problemi di comune interesse e, in caso di contrasto di interessi, effettua azione conciliativa tra le stesse;

c)  assume iniziative intese a promuovere qualsiasi tipo di formazione professionale adeguata a dare consistenza e sviluppo a tutte le componenti delle realtà, imprenditoriali e professionali, che la compongono. In tal senso la Federazione può collaborare ed avvalersi della collaborazione organica di altri Enti nazionali o internazionali istituzionalmente operanti nel campo della formazione.

d)  designa e nomina propri rappresentanti e delegati in enti, organi e commissioni nazionali e internazionali, i cui scopi e le cui finalità siano in armonia con i propri scopi sociali e rispetto ai quali non ci siano situazioni di concorrenza determinative di conflitto di interessi.

e)  assiste e rappresenta gli associati nella stipulazione di contratti e nella promozione di ogni altra intesa od accordo di carattere economico o finanziario,che non abbiano carattere strettamente sindacale, fatto salvo il disposto dell’articolo 3 dello Statuto della Confcommercio;

f)  promuove e favorisce l’erogazione di servizi di assistenza e consulenza, sotto qualunque forma giuridica, direttamente o indirettamente;

g)  informa gli associati, anche a mezzo di propri organi di stampa, su dati statistici, economici e politici di interesse per il settore;

h)  espleta ogni altro compito che dalle leggi e da deliberati degli organi statutari sia ad essa affidato.

La Federazione può dotarsi di tutti gli strumenti finanziari ed economici, o stipulare ogni opportuno atto o contratto,strumentali alla piena operatività della propria attività progettuale,in coerenza con i propri fini statutari.

Per l’adempimento di suoi specifici programmi, la Federazione può richiedere contributi o elargizioni  ai soci e agli aderenti.
La Federazione e la Confcommercio determinano, con apposito protocollo d’intesa, la costituzione e la gestione del Fondo di finanziamento finalizzato al funzionamento ordinario della Federazione ed alla attuazione delle iniziative deliberate dagli Organi della Federazione medesima.

Entro il 31 dicembre di ogni anno, il Consiglio dei Fondatori, può presentare all’Assemblea Generale un conto consuntivo.
La Federazione raccorda la propria attività con quella di altri enti che abbiano analoghe finalità, instaurando con essi forme organiche di collaborazione, nonché promuove e sviluppa organizzazioni ed attività di partenariato,adeguate ad istituire una rete di rapporti e scambio di alto rilievo, a livello nazionale ed internazionale.

ARTICOLO 3


Rapporti Associativi


Alla Federazione possono aderire:


a)  Singole imprese o raggruppamenti di imprese operanti nel settore sanitario;
b) Associazioni di categoria del settore sanitario;
c) Soggetti professionali con riconosciuta e tradizionale capacità professionale nel settore sanitario.


I soggetti componenti la Federazione condividono e perseguono finalità, valori e principi in armonia con quelli della Federazione e della Confcommercio.
Non é consentito l’ingresso di Associazioni i cui fini statutari siano in concorrenza,in  quanto operativamente determinativi di conflitti di interessi con quelli delle Associazioni già facenti parte della Federazione.
Alle Associazioni di cui al presente articolo, è fatto divieto di aderire ad altre organizzazioni aventi finalità in concorrenza, in quanto operativamente  determinative di conflitto di interessi, con quelle perseguite dalla Federazione e dalla Confcommercio.


ARTICOLO 4


Adesione: modalità e condizioni


I componenti della Federazione si distinguono in:

a) Fondatori, nelle persona di  coloro che hanno partecipato alla costituzione della Federazione, sottoscrivendone lo Statuto.
b) Ordinari, nella persona dei soggetti ammessi come soci nella Federazione, con delibera del Consiglio dei Fondatori
c) Onorari, nella persona dei soggetti ammessi, con le medesime procedure degli ordinari,per il particolare prestigio che la loro partecipazione conferisce alla Federazione.
d) Sostenitori, nella persona di coloro, privati o enti, che contribuiscono agli scopi della Federazione o con attività di particolare rilievo,o con un versamento, nella misura che verrà determinata.

Per aderire alla Federazione, i soggetti richiedenti , devono presentare domanda sottoscritta dal legale rappresentate.
Su tale domanda  delibera a maggioranza dei due terzi degli aventi diritto, il Consiglio dei Fondatori per il primo triennio, e successivamente il Consiglio Direttivo, nella prima seduta successiva alla presentazione dell’istanza.
Nella valutazione della domanda il Consiglio dei Fondatori dovrà valutare, la presenza di requisiti di adeguatezza imprenditoriale, professionale e di rappresentatività, che confermino l’integrabilità dell’associando ai fini della Federazione, alla luce del quadro progettuale  stabilmente aggiornato.
L’adesione alla Federazione comporta l’accettazione del presente Statuto e di quello della Confcommercio.


 


ARTICOLO 5


Decadenza e recesso


La qualità di Socio si perde:


a)  per recesso da comunicarsi mediante lettera raccomandata.
Il recesso non esonera il recedente dagli impegni finanziari assunti nei modi e nei termini previsti dal successivo articolo 6.
b) per decadenza deliberata dal Consiglio Direttivo in seguito a gravi contrasti con gli indirizzi di politica generale dettati dai competenti Organi della Federazione ovvero per grave o ripetuta violazione delle norme del presente Statuto o dei deliberati assunti dagli organismi istituzionali della Federazione.
c) per espulsione, in conseguenza di comportamenti lesivi del decoro e della dignità della Federazione o di suoi componenti.
d)  per mancato pagamento dei contributi di cui al successivo articolo …
e) per lo scioglimento della Federazione deliberata dall’Assemblea Generale nelle forme previste dal presente Statuto.

ARTICOLO 6

Organi


Sono organi della Federazione:


a)  Il Presidente
b)  Il Coordinatore della Federazione.
c)  Il Consiglio dei Fondatori
d) L’Assemblea Generale
e)  Il Collegio dei Probiviri

 
ARTICOLO 7

Il Consiglio dei Fondatori


Il Consiglio dei Fondatori è l’organo di governo e di rappresentanza della Federazione per il primo quinquennio del suo funzionamento.
Il Consiglio dei Fondatori è un organismo costituito dai soci Fondatori che hanno partecipato alla costituzione della Federazione.
Il Consiglio può  procedere alla cooptazione di altri membri, secondo le modalità di cui al presente Statuto.
Il Consiglio dei Fondatori è automaticamente insediato sin dal momento della piena operatività giuridica della Federazione.
Il Consiglio dei Fondatori è presieduto dal Presidente della Federazione, che ne cura la convocazione e l’ordine del giorno.
Al Consiglio possono partecipare, in qualità di delegati permanenti,singole persone fisiche designate sulla base di conformi deliberazioni degli organismi decisionali degli enti di appartenenza.
Possono entrare a far parte del Consiglio dei Fondatori, nella sua prima composizione,su proposta di almeno un terzo dei soci fondatori, e previa deliberazione favorevole di almeno 4/5 dei componenti, soci Onorari cui si riconosca particolare prestigio personale; o soci Ordinari da almeno due anni che abbiano acquisito particolari benemerenze nei confronti della Federazione stessa.
Il Consiglio dei Fondatori ha competenza per tutta l’attività di ordinaria amministrazione,coordinata da apposita figura scelta tra i componenti del Comitato stesso.


Il Consiglio dei Fondatori ha specifica competenza per:


a) la nomina del Presidente della Federazione;
b) la nomina del Coordinatore;
c) la proposta di modifica dello Statuto e dei regolamenti interni da approvarsi da parte dell’Assemblea Generale;
d) la proposta del documento di programmazione annuale e pluriennale dell’attività della Federazione da approvarsi da parte dell’Assemblea Generale;
e) la determinazione di eventuale contribuzione per i soci ordinari e per i soci fondatori;
f) la gestione dei fondi ed in generale, di tutte le disponibilità economiche della Federazione;
g)  la cooptazione di nuovi membri del Consiglio dei Fondatori;
h) la nomina, su designazione del Presidente del Consiglio dei Fondatori, di soci sostenitori, che abbiano assicurato, tramite elargizioni economiche, un contributo significativo nel quadro del raggiungimento degli scopi delle Federazione.
i) la declaratoria di espulsione dei soci e di accettazione delle dimissioni;
l)  la proposta all’Assemblea Generale di scioglimento della Federazione.


Il Consiglio dei Fondatori delibera con la presenza di almeno la metà  dei suoi componenti ed a maggioranza assoluta dei presenti. In caso di parità, il  voto del Presidente vale doppio.
Il Consiglio dei Fondatori delibera a voto palese, salvo le delibere riguardanti le persone, per le quali è richiesto il voto segreto.
Il Consiglio dei Fondatori è convocato in forma scritta dal Presidente, almeno dieci giorni prima della riunione e quattro giorni prima per le urgenze.
La convocazione può altresì essere richiesta da un numero di Fondatori pari ad un terzo dei componenti il Consiglio. 
Il Consiglio dei Fondatori deve essere convocato almeno una volta ogni semestre, e comunque entro la fine del mese di ottobre di ogni anno, per l’approvazione dei documenti di programmazione.

ARTICOLO 8


Presidente della Federazione


Il Presidente della Federazione è eletto, a maggioranza assoluta dei componenti, dal Consiglio dei Fondatori.
Il Presidente ha la rappresentanza esterna della Federazione, nonché la rappresentanza legale di fronte ai terzi ed in giudizio, con facoltà di nominare  avvocati e procuratori, determinandone le attribuzioni.
Il Presidente firma gli atti, convoca e presiede il Consiglio dei Fondatori e  l’Assemblea Generale.
Il Presidente, coadiuvato dal Coordinatore,  componente del Consiglio dei Fondatori da esso delegato, cura l’esecuzione delle deliberazioni del Comitato stesso.
In caso di assenza o di impedimento del Presidente, le sue attribuzioni sono esercitate dal Coordinatore.
Il Presidente dura in carica tre anni e può essere riconfermato.


 

ARTICOLO 9

Il Coordinatore


Il Coordinatore è scelto tra i Soci Fondatori della Federazione  è nominato a maggioranza semplice dei componenti il Consiglio dei Fondatori, e può essere riconfermato.
Il Coordinatore coadiuva il Presidente nell’espletamento di tutte le sue funzioni e lo sostituisce, a garanzia della permanenza della operatività della struttura, in caso di sua assenza o impedimento.
Il Coordinatore provvede  al funzionamento della struttura e degli uffici della Federazione e può ricevere specifiche deleghe dal Consiglio per l’espletamento di specifici incarichi.

ARTICOLO 10

Assemblea Generale

 
L’Assemblea Generale è un organismo permanente, presieduta dal Presidente della Federazione.
E’ costituita da soci Fondatori, e dai soci Ordinari, ed è aperta alla partecipazione dei soci Onorari senza diritto di voto, nonché - su invito del Presidente della Federazione-, ai soci Sostenitori, senza diritto di voto.
L’Assemblea Generale si riunisce almeno due volte l’anno.
L’Assemblea Generale è convocata in forma scritta dal Presidente della Federazione che ne cura l’ordine del giorno.
L’Assemblea Generale può deliberare in presenza di almeno un terzo dei suoi membri, e le delibere sono valide se assunte a maggioranza semplice dei presenti.
L’Assemblea Generale, una volta esaurito il primo quinquennio di governo da parte del Consiglio dei Fondatori, procede alla elezione di  tre propri rappresentanti in seno al Consiglio dei Fondatori.
L’Assemblea Generale  esprime le linee di indirizzo dell’attività della Federazione individuando specifici percorsi di crescita e di sviluppo che consentano alla stessa una piena espressione delle proprie potenzialità
L’Assemblea Generale  propone al Consiglio dei Fondatori la nomina di Commissioni di studio di alto livello, in funzione di progetti specifici coerenti con le linee strategiche di attività della Federazione
L’Assemblea Generale  nomina e revoca i componenti  del Collegio dei Probiviri;
L’Assemblea Generale delibera, su proposta del Consiglio dei Fondatori, lo scioglimento della Federazione a maggioranza assoluta dei soci.

ARTICOLO 11

Comitato Scientifico


Il Comitato Scientifico è composto da un numero variabile di membri da un minimo di 5 ad un massimo di 11.
Il Presidente della Federazione  ed il Coordinatore ne sono membri di diritto.
Il Consiglio dei Fondatori, su proposta del Presidente nomina, con la presenza di almeno 1/3 dei suoi componenti ed a maggioranza assoluta dei presenti,i membri del Comitato Scientifico tra personalità di riconosciuto prestigio e qualificazione, nei campi attinenti agli scopi della Federazione.
Il Comitato Scientifico nomina, nel suo seno, il Presidente, con la presenza di almeno i 2/3 dei suoi componenti, a maggioranza assoluta dei presenti.
Il Comitato scientifico svolge attività di consulenza e di collaborazione con il Presidente della Federazione ed il Consiglio dei Fondatori, sia nella definizione della programmazione annuale che in ogni altra questione per la quale venga richiesto il suo parere.

Il Comitato Scientifico, nell’ambito del documento di programmazione annuale  e nel quadro della programmazione pluriennale:


- esprime pareri sui progetti e sulle iniziative di ricerca e di comunicazione della Federazione;
- costituisce gruppi di lavoro anche con membri esterni alla Federazione stessa, sovrintendendone l’attività;
- garantisce un costante monitoraggio sulla permanenza del più alto standard qualitativo delle attività della Federazione;
- indica al Presidente uno o più nominativi per la nomina di ulteriori membri del Comitato Scientifico.

l Comitato Scientifico dura in carica cinque anni.
I suoi membri possono essere individualmente confermati.
Il Comitato Scientifico si riunisce almeno 5 volte l’anno nonché ogni qual volta il suo Presidente ne ravvisi l’opportunità, anche su richiesta del Presidente della Federazione.
Le riunioni sono convocate dal Presidente e sono valide se è presente almeno la metà dei componenti. Le delibere sono assunte a maggioranza dei presenti.
Il Presidente della Federazione può convocare riunioni congiunte di tutti gli Organi Istituzionali con il Comitato Scientifico o con il suo Presidente.

ARTICOLO 12

Collegio dei Probiviri


Il Collegio dei Probiviri è formato da tre membri e dura in carica 5 anni.
Esso è eletto dall’Assemblea tra i soci Fondatori e Ordinari su proposta del Presidente della Federazione.
La Presidenza del Collegio dei Probiviri è riservata ad un socio Fondatore.
Il Collegio dei Probiviri ha il compito di dirimere le controversie insorte tra i soci, nonché tra questi e la Federazione in relazione all’esercizio dell’attività sociale ed all’interpretazione ed alla esecuzione dello Statuto e di ogni altra normativa assunta e vigente.
Il Collegio dei Probiviri decide secondo equità senza formalità procedurali e delibera a maggioranza dei suoi componenti.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy page.

OK